GeoStreet – in viaggio con Roberto Grano: la Notte Europea dei Ricercatori 2017

28 settembre 2017 Attualità
#geostreet
#ingv
#notte europea dei ricercatori
#sicilia

In questa puntata di GeoStreet, cari amici lettori, vi porto in giro in una Notte Speciale.

Il 29 settembre, infatti, torna la Notte Europea dei Ricercatori, l’evento – organizzato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia – trasporta da dodici anni la scienza e i ricercatori tra i cittadini, i giovani e gli studenti ed evidenzia i caratteri più intriganti e accattivanti delle ricerca, l’importanza e l’impatto positivo della stessa nella nostra vita quotidiana.

Per l’occasione tutte le sedi dell’INGV aprono le loro porte per moltissimi momenti di riflessione e di intrattenimento grazie alla scienza. Un viaggio al centro della Terra attraverso l’arte, passando dalla letteratura al teatro.

Qui tutti gli eventi in giro per il Bel Paese:

A Roma la sede dell’INGV aderisce al progetto Made in Science dell’Associazione Frascati Scienza aprendo la Notte Europea dei Ricercatori con Un pianeta vivo, dal centro alla superficie: percorsi alla scoperta dei terremoti, dei vulcani, del geomagnetismo; visite alla sala di monitoraggio sismico e allerta tsunami e nei laboratori di ricerca. E ancora incontri con i ricercatori sull’osservazione da satellite degli incendi boschivi, tema molto delicato specialmente dopo gli eventi di questa estate, con l’episodio dell’incendio che ha lambito le abitazioni della fascia collinare messinese. A seguire Lo Surdo Script Project, un recital sulla vita e il lavoro di Antonino Lo Surdo, fondatore nel 1936 dell’Istituto Nazionale di Geofisica, oggi INGV.
Per concludere Ricerca e Musica, un concerto di musica dal vivo per chitarra e voce, eseguito dal ricercatore INGV Umberto Fracassi.

A Milano, invece, Caccia al terremoto, al Museo Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci si potranno, infatti, registrare, misurare, localizzare i terremoti, stimandone la magnitudo.

L’Aquila, invece, partecipa alla Notte dei Ricercatori con i progetti SHARPER a Piazza Duomo e UNIVAQ STREET SCIENCE a Palazzo Camponeschi e nel centro storico  con laboratori interattivi, esperimenti scientifici e conferenze.

A Palermo Tweet dall’interno della Terra! All’Orto Botanico con l’incontro Volcano Lab. Vulcani e Terremoti. Nell’ambito del progetto SHARPER, verrà mostrato un modello di vulcano e il funzionamento di un sismografo. L’attività vulcanica e quella sismica saranno messe in relazione con dei campioni di rocce vulcaniche siciliane.

Guardiamo l’invisibile! INGV e UNICAL una sinergia per l’ascolto del nostro pianeta. E’ quanto propone la sede dell’INGV di Rende (Cosenza). I ricercatori, in collaborazione con l’Università della Calabria, illustreranno le attività svolte presso l’Ente: dal monitoraggio sismico alle applicazioni del telerilevamento satellitare e prossimale, il tutto corredato da visualizzazioni 3D e da misure di rumore sismico registrato in tempo reale.

Lunga anche la Notte Europea dei Vulcani organizzata dall’Osservatorio Etneo dell’INGV di Catania che propone due programmi. Nella sede di Catania si terranno i dibattiti scientifici : Fontane di lava, quando e perché finiscono? e Una macchina del tempo per capire i vulcani.

notte-europea-dei-ricercatori-2017

Presso Casa San Tommaso in Linguaglossa, la manifestazione si snoda attraverso seminari, caffè scientifici, escursioni e stand espositivi per far conoscere le attività di ricercatori, tecnologi e tecnici, connesse al monitoraggio e alla sorveglianza dei vulcani. L’ev

ento è organizzato con la collaborazione di associazioni, istituti scolastici e case editrici. La serata si concluderà con lo spettacolo Il Teatro del Fuoco.

 

 

 

Appuntamento a Napoli, presso la Libreria Mooks Mondadori Bookstore, con Vulcani terrestri ed extraterrestri, a cura dell’Osservatorio Vesuviano dell’INGV. Un caffè scientifico con proiezione di immagini e un laboratorio per bambini sui pianeti del sistema solare, organizzato dall’Associazione Scintille.

La sede dell’INGV di Bologna partecipa alla Notte Europea dei Ricercatori e dei Vulcani nell’ambito del progetto SOCIETY , i ricercatori dell’INGV saranno in Sala Borsa con le attività di Un pianeta imprevedibile. Fra le tante proposte, ci sarà un gioco con piccoli petardi a strappo, per ragionare sull’incertezza e le strategie per mitigarne gli effetti, e uno spazio, a disposizione delle scuole superiori che hanno collaborato con la Sezione di Bologna e che presenteranno le loro attività al pubblico.

La Sezione di Pisa dell’INGV partecipa alla Notte Europea dei Ricercatori e dei Vulcani nell’ambito del progetto BRIGHT. Si parlerà di vulcani nell’arte, nella letteratura e nel cinema con Tra la finzione e la realtà, un aperitivo scientifico presso la Libreria Ghibellina. Sempre a Pisa, in Largo Ciro Menotti, troveremo lo stand della ricerca Vulcani, Paleoclima e Geomorfologia: come cambia la terra dedicato all’evoluzione del nostro Pianeta. A Lucca nel Chiostro del Complesso di San Francesco, i ricercatori accoglieranno i visitatori presso lo stand INGV terremoti: ricerca, sorveglianza e prevenzione, per parlare della storia della Sismologia Italiana.

L’hashtag ufficiale della manifestazione è #ERN17